Use the form below to register your account.

Security question:

15 + 5 =

Register Account

  • News
  • 3 Aspetti che dovrai valutare arredando la cameretta dei tuoi figli!

3 Aspetti che dovrai valutare arredando la cameretta dei tuoi figli!

Aprile 18th, 2017

3 Aspetti che dovrai valutare arredando la cameretta dei tuoi figli!

Quando si pensa alla cameretta dei propri bimbi bisognerebbe, tramite uno sforzo dell’attenzione, distaccarsi per un momento dallo stile e dal tipo d’arredo che caratterizza la propria casa.
Bisognerebbe infatti riflettere attentamente su questo così importante ambiente. La “cameretta” rappresenta lo spazio ove i bambini devono poter trovare facilmente la propria dimensione, sentendosi protetti, stimolati e amati.

Spesso, noi adulti, troppo presi dalla foga del “seguire le ultime mode in fatto d’arredo”, perdiamo coscienza di uno dei valori fondamentali che bisognerebbe sempre tutelare quando si parla di casa. Ognuno di noi trascorre gran parte della propria vita tra le mura di casa. Di conseguenza queste dovrebbero divenire vero e proprio specchio capace di riflettere la nostra unicità. Se questo vale per gli adulti che comunque hanno già compiuto un loro percorso di vita, a maggior ragione ha valore per i nostri piccoli che necessitano di ambienti idonei alla loro libera espressione per crescere con serenità.
Quante volte ti sarà capitato di percepire una sensazione di freddezza dentro case esteticamente perfette?
Sicuramente tante volte; questo capita perché la bellezza può essere vuota di significati, ovvero anonima.

3 aspetti da valutare per arredare la cameretta dei bambini

Non possiamo permetterci di compiere lo stesso errore quando concepiamo la camera dei nostri figli.
Per questo motivo ti consiglio di valutare attentamente questi tre aspetti che ti saranno utili quando penserai di arredare la camera dei tuoi amati bimbi.

1. ASPETTO LUDICO.

cameretta

La cameretta ideale è quello spazio in cui i bimbi scelgono di trascorrere la maggior parte del loro tempo. Affinché questo sia possibile dovrebbero trovare un ambiente idoneo al gioco. Spesso noi adulti abbiamo la convinzione che il giocattolo in quanto tale possa bastare a creare la dimensione ludica. In realtà tale dimensione non si crea per mezzo del giocattolo, ma a partire dalle inclinazioni e dai gusti personali del proprio bambino. Il giocattolo è l’ultimo elemento che bisognerebbe tenere in considerazione.

Il mio consiglio è quello di scegliere un tema che rispecchi qualcosa capace di alimentare nel tuo bambino la sua dimensione immaginativa, senza ad ogni modo escludere il suo contatto con il reale, fondamentale affinché egli possa ritrovare gli elementi facenti parte del proprio spazio ludico anche al di fuori della propria cameretta.
Esempio: tuo figlio è attratto dalle stelle? Crea un ambiente che lo faccia sentire tra stelle, costellazioni e pianeti. Non giocare soltanto sul decoro ma anche sugli elementi fondamentali della cameretta. Ad esempio il lettino, la cui struttura in questo caso potrebbe essere simile ad una navicella.
Puoi far riferimento alle ultime tendenze del fai da te. Sarai felice di contribuire col tuo tocco personale alla realizzazione della stanza dei sogni del tuo bimbo.
Per qualche idea clicca qui

2. ASPETTO PEDAGOGICO

cameretta

Non dimenticare che la cameretta è lo spazio in cui tuo figlio trascorrendo la maggior parte del proprio tempo si formerà; per cui è necessario che trovi elementi che stimolino la sua dimensione sensoriale, linguistica ed intellettiva. Non ti limitare alle solite mensole con libri per bambini: potrebbero essere percepiti dal tuo piccolo come un elemento estraneo. Crea dei percorsi di significato che suscitino la sua curiosità, in maniera tale che, ad esempio la lettura non divenga un’imposizione, ma il risultato di una conquista che tuo figlio sentirà sua. Fa in modo che possa aver accesso autonomamente alla scelta delle sue letture. Evita mensole troppo alte o scaffali troppo lontani dalla sua prospettiva di gioco. Organizza i suoi giochi in maniera tale che oltre a soddisfare il suo diletto, si rivelino utili al suo apprendimento.

Se vuoi approfondire l’argomento t’invito a cliccare qui

3. ASPETTO ESTETICO

cameretta

Quando si parla di estetica spesso si è soliti soffermarsi su un concetto molto ristretto di bellezza.
Si pensa che essa si possa creare, ad esempio nel caso dell’arredo, a partire dalla scelta di mobilio di pregio e di scelte stilistiche all’avanguardia.

Ma in verità come si crea la bellezza?
Il concetto di bellezza si erge principalmente sul concetto di cura e il concetto di cura sul concetto d’amore. Se non ameremo la nostra casa non avremo cura di essa e di conseguenza sarà difficile che essa risulti bella agli occhi degli altri. Perciò potremmo dire che la bellezza “in caso di case” è il risultato di armonie ed equilibri frutto del modo in cui ce ne prenderemo cura. Per questo motivo ciò di cui non dovrai far a meno nella camera del tuo bimbo è l’ordine.

Ma attenzione al concetto d’ordine. Ordine non vuol dire “togliere di mezzo” tutti i giocattoli una volta terminato il gioco, magari con apposite ceste o contenitori. Ordinare vuol dire trovare la corretta collocazione degli oggetti nello spazio, non eliminare gli oggetti facendo “piazza pulita”. In questo caso è necessario accompagnare il tuo bimbo a far ordine, tutelando il valore che ogni oggetto ricoprirà in quello spazio tanto sacro per lui. Alla fine anche l’ordine verrà percepito da lui come un risultato a cui è giunto autonomamente. Di conseguenza quando smetterà di giocare, sentirà la necessità di riordinare per ricreare il percorso di significati scelto da lui stesso. Smetterai di ripetere continuamente: “Vai ad ordinare la tua cameretta!!”

I colori

Nella scelta dei colori ti consiglio di evitare le discromie, ma potrai servirti di tonalità accese e che allo stesso tempo diventino ulteriore mezzo attraverso cui il tuo bimbo troverà modo di esprimersi.

Non ti resta altro che iniziare a Costruire il suo Sogno 😉

CHI E’ L’AUTORE
Adriana Scribano, Home Stager
Nata e cresciuta a Ragusa, Laureata in Filosofia presso l’Università di Catania, nutre una profonda passione per l’arte in tutte le sue sfaccettature.
Adriana ScribanoGli studi umanistici, i percorsi formativi compiuti nell’ambito della comunicazione e del marketing e l’esperienza professionale maturata nell’ambito delle vendite, le hanno permesso di sviluppare una particolare sensibilità verso le dinamiche che sono sottointese nel momento della vendita e dell’acquisto.
Scopre l’home staging che, sin da subito diventa una passione.
L’home staging rappresenta per lei il connubio perfetto tra il mondo del marketing, il gusto estetico e la capacità di trasmettere emozioni, ovvero tutto ciò che è stato protagonista del suo percorso di vita.
Contatti

Related Articles

There are currently no articles related to this post.