Use the form below to register your account.

Security question:

8 + 10 =

Register Account

  • News
  • Casa da vivere o casa da vendere?

Casa da vivere o casa da vendere?

Luglio 26th, 2019

Casa da vivere o casa da vendere?

La casa ci rappresenta, si modella sulle esigenze di chi la abita e ne esprime tanto la personalità quanto lo stile di vita, ma che cosa accade se non soddisfa più le esigenze di un tempo?

E’ il tema di un fortunato format televisivo americano,”Love or list it” in onda dal 2008 e trasmesso da qualche tempo anche in Italia col titolo “Prendere o lasciare”, in cui i proprietari si chiedono se ristrutturare o vendere casa.

Una scelta complessa: quando si decide di mettere la propria abitazione sul mercato, indipendentemente dalla motivazione che spinge a venderla, la prospettiva cambia e l’immobile, perfetto per le necessitá dei suoi proprietari, potrebbe non incontrare i gusti dei potenziali acquirenti. In fin dei conti, ogni stile risuona nelle persone in maniera diversa.

Non tutti sono infatti in grado di scorgere i pregi di un appartamento – come l’esposizione o la silenziosità – se sono distratti da un parquet rovinato o da pareti viola. Non necessariamente una dimora deve essere lussuosa o alla moda per essere venduta bene, ma deve essere in ordine, accogliente, luminosa e riposante.

Come rendere appetibile l’immobile?
Bisogna passare in rassegna la propria casa annotando tutto ciò che non va. Si parte dando attenzione ai piccoli guasti da riparare, sarebbero sicuramente notati dagli acquirenti e verrebbero usati come pretesto per ridurre il prezzo di acquisto.

Operare una sorta di “decluttering strategico” in vista delle visite dei potenziali clienti: gli acquirenti si aspettano stanze ariose in cui poter immaginare la loro vita. Più cose ci sono, più sarà difficile per loro immedesimarsi in una nuova realtà. Inscatolare gli oggetti per il trasloco e toglierli subito dall’appartamento, è il punto di partenza per spersonalizzare gli ambienti: aiuta a liberare lo spazio, creando un senso di approfondita pulizia.

Una nuova imbiancatura ed un uso oculato e coerente del colore può essere a sua volta utile a trasformare la percezione degli spazi.

Un ottimo modo per fornire un nuovo look all’intera casa – ma anche solo ad alcune stanze – consiste nel rimodernarla sfruttando i tessuti d’arredo. Questi sono spesso sottovalutati, ma in realtà sono parte integrante dell’estetica e della funzionalità di ogni singolo ambiente domestico.

Infine va considerata la luce. Difficilmente una casa buia o scarsamente illuminata lascerà una buona impressione. Scostare le tende per lasciare che il sole illumini tutte le stanze ed usare diversi tipi di luce, funzionale e d’accento, garantirà un tocco scenografico.

E se dopo tutto questo siete tornati ad amare la vostra casa e non volete più lasciarla?

In ogni caso lo sforzo fatto sarà stato utile, l’immobile sarà valorizzato e migliorerà la qualità della vita.

CHI E’ L’AUTORE
Simona Ferri, Home Stager
Vive e lavora tra Milano, sua città natale, il Canton Ticino e Varsavia. Da sempre interessata all’estetica degli spazi e al design, dopo la formazione in economia aziendale e parallelamente all’impegno imprenditoriale nel settore turistico e della formazione, si occupa di ristrutturazioni e restyling di proprietà, residenziali e commerciali, in Italia e all’estero.
Partner dal 2007 di una società immobiliare, dal 2011 aggiunge alle sue competenze le tecniche di valorizzazione immobiliare, in cui compone strategie di comunicazione e design d’interni.
Il suo studio Atmosfere Distintive si occupa di Home Staging, Decluttering e Relooking, tutte attività in cui la sfida è quella di migliorare la qualità di vita ed il valore di un’abitazione con tempi e budget ridotti.

Related Articles