Use the form below to register your account.

Security question:

10 + 12 =

Register Account

  • News
  • Cohousing; la nuova forma dell’abitare

Cohousing; la nuova forma dell’abitare

Ottobre 3rd, 2017

Cohousing; la nuova forma dell’abitare

Cohousing, che cosa è?
Il cohousing nasce in Danimarca negli anni ’60. Con questo termine si intendono complessi residenziali costituiti da alloggi privati corredati da spazi comuni e servizi utilizzabili dai “cohouser”.
Sono piccole comunità costituite in prevalenza da famiglie che gestiscono gli spazi comuni in modo collettivo ottenendo risparmi economici e benefici sociali.
Si parla di cohousing anche come soluzione per ridurre l’impatto umano sulla terra e per le politiche abitative.

Cohousing; la nuova forma dell’abitare

Il cohousing è un’evoluzione dell’abitare; alloggi, spazi comuni e servizi.
Dalla lavanderia alla biblioteca, dalla palestra all’orto passando per i laboratori per il “fai da te” e gli spazi giochi per bambini. A questo si aggiungono il wi-fii, la banca del tempo ed il car sharing. Ma anche la possibilità di prenotare uno spettacolo teatrale, cercare una baby sitter, organizzare una festa o disporre del doposcuola.
Non solo una casa ma un modo per semplificare e migliorare la vita di chi vi abita.

Queste iniziative trovano applicazione in grandi città come ad esempio Milano. I casi esistenti sono appartamenti con un target medio-alto con finiture di qualità ed un costo medio che si aggira tra i 5.800,00 ed i 7.500,00 euro al mq.
Il cohousing è proposto in differenti soluzioni.
A Torino una casa condivisa per 5 famiglie con biblioteca, nido, foresteria per gli ospiti, car sharing e doposcuola. Un aspetto più sociale per l’intervento di Forlì in cui si partecipa anche a gruppi di acquisto solidali e mobilità condivisa.
In provincia di Bologna un’operazione di rigenerazione urbana con la realizzazione un complesso per 12 famiglie. Appartamenti dotati di spazi comuni tra cui la lavanderia, la sala per la musica e spazi polivalenti.

Il condominio collettivo interessa la fascia di acquirenti compresa tra i 35 ed i 65 anni. La metà sono coppie con figli.
A riscuotere successo sono la lavanderia, il wi-fi condominiale, la banca del tempo e l’organizzazione di gruppi di acquisto solidale.
Gli spazi che maggiormente vengono condivisi sono la lavanderia, il giardino, gli spazi fai da te e le sale polivalenti.

Abitare e condividere, sembra che questa sia la nuova forma dell’abitare del futuro.
Tu cosa ne pensi? Saresti interessato a questa soluzione abitativa?

Foto Cohousing solution

CHI E’ L’AUTORE
Lucia Garofolini, Architetto e Home Stager
Dopo la laurea matura le sue competenze professionali in di Studi di Ingegneria ed Architettura spaziando in vari settori; residenziale, industriale e commerciale.
All’interno di Arching – Architettura d’interni & home staging, fornisce risposte progettuali alle differenti esigenze dei committenti che siano quelle di una ristrutturazione, di un relooking degli spazi o di una consulenza per l’acquisto di nuovi arredi.
Attraverso i vari servizi di home staging fornisce un supporto professionale rivolto a chi vuole vendere o affittare una proprietà.
Contatti

Related Articles