Use the form below to register your account.

Security question:

14 + 10 =

Register Account

  • News
  • Cucinare, ma come? La scelta del piano cottura

Cucinare, ma come? La scelta del piano cottura

20 Settembre, 2016

Cucinare, ma come? La scelta del piano cottura

 

Cucinare, ma come? La scelta del piano cottura

Cucinare” vuol dire preparare e cuocere le vivande, quindi è necessario sottoporre a “cottura” gli alimenti per renderli mangiabili e digeribili. Occorre fornire calore, appunto.
Naturalmente ci sono cibi che si ingeriscono preferibilmente o esclusivamente crudi, quindi sono già perfettamente mangiabili e digeribili senza dover essere cucinati, perciò ci limitiamo alla loro “preparazione”.
In definitiva posso cucinarmi un piatto di riso o una bistecca, ma debbo necessariamente prepararmi il sushi o una macedonia. Tuttavia, quando ci chiedono “come” abbiamo cucinato quel piatto di riso o quella bistecca, noi ci limitiamo a descrivere la ricetta che abbiamo seguito senza menzionare il particolare piano cottura che abbiamo utilizzato. Resta quindi sottaciuto il “come abbiamo fornito calore” agli alimenti … ma adesso è proprio su questo aspetto che vogliamo soffermarci.

Nel corso dei secoli l’uomo ha cercato di fornire questo calore seguendo le diverse tecniche che il progresso gli metteva dinnanzi. C’era il calore prodotto dal fuoco vivo, ottenuto bruciando legna o carbone, oppure quello prodotto dalle pietre arroventate o dalla cenere calda.
Oggi questi antichi sistemi sopravvivono nell’uso dei camini e dei barbecue, ma sono piacevoli eccezioni, (tipiche dei giorni festivi), ad una quotidianità fatta di piani cottura con fornelli alimentati a gas nella stragrande maggioranza dei casi.

La scelta del piano cottura

PIANO COTTURA A GAS

Rappresenta il piano cottura per eccellenza, quello più diffuso nelle nostre cucine e anche quello più economico nell’acquisto. Lo troviamo dappertutto anche laddove non arriva la rete gas (metano), grazie all’ausilio delle bombole di stoccaggio (GPL). Eppure è anche il piano cottura con la più bassa efficienza energetica, visto che circa il 60% del calore generato dalla fiamma non viene trasferito alla pentola, ma si disperde nell’ambiente.
L’attivazione del bruciatore avviene con una semplice pressione e successiva rotazione della manopola, attraverso una candelina integrata nel bruciatore stesso. Tutti i piani cottura sono poi dotati di valvola di sicurezza ad attivazione rapida che interviene se la fiamma si spegne accidentalmente, interrompendo l’erogazione del gas.
I principali vantaggi sono:
• ottima precisione e immediatezza nell’ottenere la regolazione della fiamma;
• possibilità di utilizzare qualsiasi tipo di pentole, anche con fondo irregolare;
• possibilità di funzionare anche in assenza di energia elettrica o della rete gas;
• ridotti costi di acquisto.

I principali svantaggi sono:
• necessità di ricorrere a personale specializzato per la realizzazione dei collegamenti tra l’apparecchio e la rete gas o la bombola di stoccaggio;
massima attenzione da porre nell’uso quotidiano del gas, (conosciamo tutti perfettamente i danni che può causare);
elevata temperatura raggiunta dal piano cottura con il conseguente rischio di scottature;
• scarsa efficienza energetica;
• difficoltà di pulizia dell’apparecchio.

Cucinare-Piano Cottura-Gas-Induzione-Radiante-Cucina-Casa-02Bis-Hotpoint-Ariston-PC750TOWR

Cucinare- Piano Cottura-Gas-Induzione-Radiante-Cucina-Casa-03Bis-Whirlpool-GOA7523AN

Ma se cercassimo un’alternativa ai tradizionali piani cottura a gas?
Basterebbe rivolgere lo sguardo verso l’energia elettrica, dove le soluzioni si diversificano a seconda del modo in cui viene utilizzata per produrre calore.
La soluzione seguente utilizza l’energia elettrica in modo non “tradizionale”. Scopriamo come.

PIANO COTTURA AD INDUZIONE

Rappresenta il piano cottura più innovativo, quello più recente e, di conseguenza, anche quello meno diffuso nelle nostre cucine e quello meno economico nell’acquisto. Tuttavia è il piano cottura con la più alta efficienza energetica, visto che circa il 90% del calore generato viene trasferito agli alimenti. Il motivo di questa eccezionale performance è dovuto al fatto che il calore viene prodotto direttamente nella pentola e non sulla piastra a contatto con la pentola, come succede in tutti gli altri casi.
Tutto ciò è possibile grazie al campo magnetico generato da una bobina posta al di sotto del piano cottura in vetroceramica, la quale induce all’interno della pentola una corrente elettrica in grado di scaldarla, (come se fosse una resistenza). Naturalmente per ottenere questo effetto occorre utilizzare pentole con fondo ferroso, (ossia calamitabile), mentre quelle in rame, alluminio o vetro, ad esempio, non si scalderebbero affatto. E non è cosa di poco conto.
I campi magnetici generati dai piani cottura ad induzione, se utilizzati in modo inappropriato, potrebbero costituire un rischio per la salute. In particolare non si dovrebbero mai utilizzare posate o mestoli in metallo durante la cottura, (per rimescolare i cibi nelle pentole), così da evitare che correnti elettriche indotte si propaghino al corpo umano.
I principali vantaggi sono:
• ottima precisione e immediatezza nell’ottenere la regolazione del calore;
• possibilità di funzionare anche in assenza di gas;
• piano cottura che rimane freddo, (infatti l’unica parte che si riscalda è quella a contatto con la pentola), con nessun rischio di scottature;
• elevatissima efficienza energetica;
facilità di pulizia dell’apparecchio;
• assenza di fiamma.

I principali svantaggi sono:
• elevati costi di acquisto;
• necessità di utilizzare esclusivamente pentole con fondo ferroso e piatto;
• rischio blackout elettrico, in funzione delle zone cottura attivate, a seconda della potenza elettrica installata e degli altri elettrodomestici contemporaneamente in esercizio;
• rischio di esposizione a campi magnetici, in funzione della distanza dalle zone cottura e della potenza erogata dalle stesse.

Cucinare- Piano Cottura-Gas-Induzione-Radiante-Cucina-Casa-04Bis-Bosch-PID975L24E

Cucinare- Piano Cottura-Gas-Induzione-Radiante-Cucina-Casa-05

Le successive soluzioni, invece, sfruttano l’energia elettrica in modo “tradizionale”, ossia per riscaldare resistenze circolari concentriche, oppure per alimentare speciali lampade alogene.

PIANO COTTURA RADIANTE IN VETROCERAMICA E RADIANTE A PIASTRE

Nel primo caso la resistenza è alloggiata al di sotto del piano cottura in vetroceramica. Siccome il calore deve scaldare prima la vetroceramica e poi trasmettersi alla pentola, solamente il 50% del calore generato raggiunge lo scopo.
Questo piano cottura ha quasi completamente rimpiazzato quello a piastre, (grazie alla migliore funzionalità e al design più accattivante), nel quale invece la resistenza è collocata al di sotto di una piastra circolare in acciaio. Quest’ultima, a sua volta, sporge in rilievo rispetto alla superficie del piano cottura stesso.
In commercio possiamo trovare una o due piastre abbinate a tre o quattro fornelli a gas, in quello che possiamo definire come un “piano cottura ibrido”. Il motivo è semplicissimo: se dovesse improvvisamente esaurirsi il gas nella bombola di stoccaggio, per superare la fase di emergenza, si può sempre ricorrere all’energia elettrica.
I principali vantaggi sono:
• possibilità di funzionare anche in assenza di gas;
• capacità di mantenere il calore a lungo, una volta spento;
• assenza di fiamma.

I principali svantaggi sono:
• elevati costi di acquisto e di gestione;
• necessità di maggior tempo, rispetto ai piani cottura a gas, per portare in temperatura gli alimenti;
• imprecisione e lentezza nell’ottenere la regolazione del calore;
• necessità di utilizzare pentole con fondo piatto;
elevata temperatura raggiunta dal piano cottura con il conseguente rischio di scottature;
• bassa efficienza energetica;
• rischio blackout elettrico, in funzione delle zone cottura attivate, a seconda della potenza elettrica installata e degli altri elettrodomestici contemporaneamente in esercizio;
difficoltà di pulizia dell’apparecchio, dovuta al fatto che le elevate temperature della superficie tendono a incrostare i residui di cibo che vi potrebbero cadere sopra.

Cucinare- Piano Cottura-Gas-Induzione-Radiante-Cucina-Casa-06-Whirlpool-AKT8210LX

Cucinare- Piano Cottura-Gas-Induzione-Radiante-Cucina-Casa-07-Candy-PLE64X

PIANO COTTURA RADIANTE ALOGENO

In questo caso si utilizzano speciali lampade alogene infrarosse ad alta efficienza che, sfruttando il principio dell’irraggiamento, sono in grado di riscaldare gli oggetti o le persone sulle quali sono dirette. Nel nostro caso il fondo della pentola. Perciò si riesce ad ottenere una migliore efficienza energetica, rispetto ai sistemi radianti a resistenza, in quanto circa il 60% del calore generato raggiunge lo scopo.
Naturalmente per ottenere questo effetto occorre utilizzare pentole con fondo piatto e opaco. Quest’ultima condizione è essenziale per assorbire nel modo migliore la luce infrarossa ed evitarne la riflessione, che ridurrebbe drasticamente l’efficienza del sistema.
Anche in questo caso possiamo trovare in commercio piani cottura ibridi, dove il sistema alogeno si affianca al sistema a gas.
I principali vantaggi sono:
• discreta precisione e immediatezza nell’ottenere la regolazione del calore, ma comunque superiore rispetto ai piani cottura radianti;
• possibilità di funzionare anche in assenza di gas;
• assenza di fiamma.

I principali svantaggi sono:
• elevati costi di acquisto e di gestione;
• necessità di sostituire periodicamente le speciali lampade alogene;
• necessità di maggior tempo, rispetto ai piani cottura a gas, per portare in temperatura gli alimenti, ma comunque minore rispetto ai piani cottura radianti;
• necessità di utilizzare pentole con fondo piatto e opaco;
elevata temperatura raggiunta dal piano cottura con il conseguente rischio di scottature;
• rischio blackout elettrico, in funzione delle zone cottura attivate, a seconda della potenza elettrica installata e degli altri elettrodomestici contemporaneamente in esercizio;
difficoltà di pulizia dell’apparecchio, dovuta al fatto che le elevate temperature della superficie tendono a incrostare i residui di cibo che vi potrebbero cadere sopra.

Cucinare- Piano Cottura-Gas-Induzione-Radiante-Cucina-Casa-08-Barazza-1PVTC6

SCEGLIERE CONSAPEVOLMENTE

Hai visto quanti sistemi di cottura sono disponibili sul mercato?
Di solito quando si acquista una nuova cucina, per prima cosa si guarda alla disposizione dei mobili delle basi e dei pensili, scegliendo poi lo stile, i materiali e i colori. L’obiettivo dichiarato è di non arretrare di un millimetro dall’idea che si ha in testa, perciò si gira, si guarda e si chiede fino allo sfinimento. Successivamente, privati di qualsiasi energia e appagati per le scelte già fatte, si prendono in considerazione gli elettrodomestici, normalmente da incasso, (il frigorifero spesso fa eccezione), che la completeranno.
Perciò sulla loro scelta non ci si dilunga troppo, si prende quello che “passa il convento”, senza approfondirne le caratteristiche e i consumi. Questo atteggiamento è ancora più vero per il piano cottura che ovviamente è a gas, (quasi fosse un dogma), e … visto che la cucina è costata un “occhio della testa” … pure del tipo più economico possibile.
Ti ritrovi in questa descrizione? Quando hai scelto il tuo piano cottura, ne hai valutato ogni aspetto e soppesato con cura i pro e i contro?
Un piano cottura ti accompagna fedelmente nel cucinare le tue vivande, ogni giorno per moltissimi anni. Perciò sarebbe opportuno sceglierlo in modo che la qualità e il gusto dei cibi cucinati, uniti alla praticità di funzionamento e ai consumi dell’apparecchio non ti lascino l’amaro in bocca, ma piuttosto l’acquolina … Sei d’accordo?
Aspetto la tua opinione nei commenti, come sempre.

CHI E’ L’AUTORE
Marco Palmieri, Ingegnere Civile Edile e Home Stager
Imarco-palmierinizia la sua professione occupandosi di edilizia e architettura dalla fase progettuale a quella realizzativa con interventi di manutenzione, restauro, risanamento conservativo e ristrutturazioni. Successivamente amplia le sue competenze interessandosi di marketing immobiliare e occupandosi di analisi di mercato, valorizzazione e promozione degli immobili.
Contatti

 

Credits immagini piani cottura:
a gas Hotpoint Ariston PC750TOWR/HA, Whirlpool GOA7523/AN,
induzione Bosch PID975L24E,
radiante Whirlpool AKT8210LX, Candy PLE64X,
radiante alogeno Barazza 1PVTC6

Related Articles

There are currently no articles related to this post.