Use the form below to register your account.

Security question:

9 + 9 =

Register Account

  • News
  • Home staging; la casa va in scena anche con arredi in cartone

Home staging; la casa va in scena anche con arredi in cartone

Dicembre 18th, 2018

Home staging; la casa va in scena anche con arredi in cartone

Home staging significa letteralmente mettere in scena la casa.
Dietro ogni intervento c’è un dettagliato studio che comprende anche la scelta di ogni singolo elemento che viene inserito. Arredi, complementi, tessili ed accessori.
Spesso gli interventi home staging sono fatti per proprietà vuote. In questi casi si ricorre anche ad elementi scenografici, in cartone, che per fattezze e dimensioni simulano gli arredi reali.
Uno dei fattori centrali degli allestimenti negli immobili vuoti è la cucina. Per la nostra cultura non fanno parte della dotazione fissa della casa, salvo casi eccezionali.
Poter, quindi, disporre di elementi scenografici che possano rendere al meglio la funzionalità di questi spazi permette di mettere a disposizione dei potenziali acquirenti uno strumento in più per vedere, e non immaginare, l’ambiente.
I professionisti della valorizzazione immobiliare sono quindi sempre alla ricerca di prodotti che siano capaci di rendere al meglio questi gli spazi.

Home staging; la casa va in scena anche con arredi in cartone

Il mercato mette a disposizione differenti soluzioni.
La prima edizione del Forum Italiano delle Costruzioni (FIDEC) è stata l’occasione per vedere dal vivo le nuove cucine in cartone prodotte da RE.DA.
Il giovane imprenditore che ha dato vita a questo prodotto è Fabiano Gollo.
Una persona disponibile che non esitato a rispondere a tutte le domande fatte nel tempo che abbiamo avuto prima della sua presentazione.

Fabiano, che cos’ha di innovativo la tua cucina?
Per fare home staging si è sempre dovuto scendere a compromessi.
Bisognava scegliere tra:

  • l’utilizzo di un arredo vero, che garantisce il miglior risultato, ma a costi alti e con numerosi
    problemi logistici. Come trasporto i mobili? Come li monto? Dove li tengo una volta che li ho
    utilizzati?
  • l’utilizzo di soluzioni “estemporanee” che simulavano gli arredi come cassette, cartonati, cavalletti
    con un ripiano, pareti dipinte…Così facendo si azzeravano i problemi logistici ma il risultato finale, per quanto riguarda il realismo, era scarso.

Noi abbiamo unito la versatilità del cartone con la stampa digitale ad alta definizione.
Le nostre cucine rappresentano l’occasione per fare home staging con un altissimo grado di realismo senza i problemi logistici dell’arredo vero. Infatti sono leggere, modulari, facili da montare e si trasportano comodamente in macchina.

Il tuo è un progetto impegnativo e in evoluzione, quanto lavoro c’è dietro?
In poche parole … tanto!
Abbiamo testato centinaia di soluzioni e, ad oltre un anno da quando abbiamo iniziato, continuiamo ad implementare nuovi accorgimenti tecnici.
Durante lo sviluppo del progetto abbiamo scartato decine di materiali, tutti ottimi sulla carta, ma che non ci permettevano di garantire i due principi su cui si fonda il progetto: realismo totale e semplicità della logistica.
Per mesi abbiamo avuto a che fare con una “coperta corta”.
Poi, finalmente, l’illuminazione…
La versione attuale ci sta dando enormi soddisfazioni, ma sai una cosa?
Credo proprio che riusciremo a fare ancora meglio.
Anzi, ti rivelo un segreto: lo abbiamo già fatto!
Fra poche settimane spero di poterti dire di più.

Dopo aver visto le tue composizioni sono curiosa di conoscere le novità!
Le Stager sono professioniste esigenti, dopo le cucine pensi di poter affrontare la sfida con nuovi prodotti che possano soddisfare le loro richieste?
Adoro il confronto diretto con chi utilizza il mio prodotto e fin dall’inizio ho voluto circondarmi di addetti ai lavori affinché mi consigliassero.
Non ho mai negato di venire da un ambiente molto lontano dal design e questo continuo dialogo con le persone che conoscono il mondo dell’home staging meglio di me è stato fondamentale per la riuscita del progetto.
Le cucine sono ormai quasi ultimate ed abbiamo già iniziato a lavorare ad altri ambienti. Presto
arriveranno gli armadi, i divani e non solo.
Posso sbilanciarmi?
Quello che ho in testa e che stiamo testando stupirà nuovamente le Home Stager.

Allora non resta che attendere le tue nuove proposte per i nostri allestimenti staging.
Oggi RE.DA risponde all’esigenza di Stager e clienti di avere a disposizione elementi che possano fare la differenza in una cucina senza richiedere impegno nella gestione e investimento nell’acquisto di moduli reali.
Una nuova realtà nel panorama staging che aiuta i professionisti della valorizzazione immobiliare a realizzare ambienti capaci di emozionare e dall’effetto “wow!”.

Per saperne di più http://www.arredorealistico.com/

CHI E’ L’AUTORE
Lucia Garofolini, Architetto e Home Stager
Dopo la laurea matura le sue competenze professionali in di Studi di Ingegneria ed Architettura spaziando in vari settori; residenziale, industriale e commerciale.
All’interno di Arching – Architettura d’interni & home staging, fornisce risposte progettuali alle differenti esigenze dei committenti che siano quelle di una ristrutturazione, di un relooking degli spazi o di una consulenza per l’acquisto di nuovi arredi.
Attraverso i vari servizi di home staging fornisce un supporto professionale rivolto a chi vuole vendere o affittare una proprietà.
Contatti

Related Articles