Use the form below to register your account.

Security question:

11 + 9 =

Register Account

  • News
  • La (nuova) tendenza in fatto di sedie .

La (nuova) tendenza in fatto di sedie .

Aprile 19th, 2016

La (nuova) tendenza in fatto di sedie                                                                                   .

Il tavolo è uno, le sedie sono tante … e allora perché averle, per forza, tutte uguali?
Quante volte ci è capitato di avere numerosi ospiti in casa e, nello stesso tempo non avere un numero sufficiente di sedie cosiddette “buone”, (per capirci quelle del soggiorno), a disposizione per tutti.

Nuova tendenza-Sedie-Diverse-Tavolo-Arredo-Casa-01

E, in questi casi, cosa abbiamo sempre fatto? Semplicemente trasferito in soggiorno quante più sedie possibili provenienti innanzitutto dalla cucina, dalle altre camere, magari anche dalla cantina, dal terrazzo o addirittura prestate da qualche altro condomino compiacente.
Con quale risultato? Così, su due piedi, verrebbe da dire assolutamente tragico. Eclettismo alla massima potenza, fusion stilistico e mix di colori proprio quando abbiamo ospiti e dovremmo mostrare il volto “migliore” della nostra casa.

Ovviamente abbiamo dovuto improvvisare ma, a pensarci bene, siamo proprio sicuri che non possa essere proprio questo il volto “migliore” della nostra casa? Così facendo sicuramente la renderemmo più familiare e accogliente, meno fredda e solenne, più originale e caratteristica, meno convenzionale.
Ma allora perché non trasformare l’eccezione e il caso … nella regola e nell’ordinarietà, però con gusto e consapevolezza?

DIAMO (NUOVO) VALORE ALLE SEDIE

Esistono in commercio, ma sarebbe meglio dire in circolazione, (visto che potrebbero essere reperite ovunque), sedie di tutte le tipologie e di tutte le epoche. Se le vogliamo nuove andiamo direttamente nei negozi di arredamento, altrimenti giriamo nei mercatini dell’usato, rovistiamo nelle cantine o nelle soffitte polverose … e comunque non dovremmo mai dimenticare di guardarci sempre intorno, perché potrebbero saltar fuori sedie là dove meno te lo aspetti.

Ci piacciono le sedie, ognuna per qualcosa di diverso che la rende speciale. Però ci sentiamo con le mani legate …
Che facciamo, rinunciamo a priori ai nostri desideri? Assolutamente no!
Perché possiamo diversificare la scelta, perché possiamo circondarci di pezzi unici, in una parola “iconici”, ciascuno con la sua forma, il suo materiale, il suo colore, la sua storia e, perché no … con il suo valore!
Oppure possediamo un set di sedie, a cui teniamo molto, che nel frattempo è rimasto orfano di alcuni pezzi …
Che facciamo, buttiamo via tutto per fare posto ad un set nuovo di zecca? Assolutamente no!
Perché possiamo valorizzare le sedie rimaste con aggiunte mirate, in modo da creare un “mix and match” di arredi di tendenza, assolutamente unico e originale.

Nuova tendenza-Sedie-Diverse-Tavolo-Arredo-Casa-02

Nuova tendenza-Sedie-Diverse-Tavolo-Arredo-Casa-03

PERO’ EVITIAMO UNA SEMPLICE SOMMATORIA

Naturalmente non dobbiamo dare vita ad una “babilonia” di sedie che hanno in comune solo la funzione, mentre per il resto risultano una semplice sommatoria di pezzi che non dialogano su nulla. Avremmo creato solo confusione e disordine, insieme all’idea di pezzi di arredo disposti a casaccio.

Certamente in questo campo non esistono regole assolute da poter seguire. Tuttavia dovremmo sempre affidarci al buon gusto, (così facendo non si sbaglia mai), oltre che ad una ricerca ragionata nell’accostamento delle sedie sia tra loro che in rapporto alla restante mobilia, a cominciare proprio dal tavolo, intorno al quale gravitano.

MA RICERCHIAMO UN FILO CONDUTTORE

Perciò pensiamo ad un filo conduttore, una corrispondenza, che giustifichi le nostre scelte.
Possiamo giocare con il materiale, con il colore, con la forma oppure con l’epoca di costruzione, scegliendo tra questi quel minimo comun denominatore che si adatti a tutte le sedie.
In alternativa, possiamo giocare con accostamenti “audaci” di pezzi, andando a trovare una giustificazione nell’ambiente circostante, richiamandone i cromatismi, oppure contrastandone i materiali.

Facciamo qualche esempio.
Un tavolo antico e magari di legno scuro predilige sedie “leggere” in metallo o addirittura nel più innovativo policarbonato. Mentre un tavolo moderno e magari dalle linee sottili piace circondarsi di sedie “corpose” in legno.
Se poi i singoli pezzi sono assolutamente incompatibili tra loro si può sempre ricorrere al colore, ritappezzandoli o ridipingendoli, per trovare quella linea guida che dia un senso alla composizione. Oppure, sempre per evitare un accostamento casuale, ciascun pezzo può richiamare il corrispondente colore di un complemento d’arredo o di una finitura della stanza.
La soluzione più semplice, tuttavia, è quella che ci consente di partire da un elemento qualsiasi, tra materiale, colore, forma o epoca di costruzione, per scegliere il mix di sedie.
Non preoccupiamoci infine se i singoli pezzi hanno schienali con altezze differenti ovvero non ce l’hanno affatto (come i sgabelli), in quanto possiamo sempre giocare sull’alternanza, sul ritmo, sulla contrapposizione, magari sottolineando i posti a capotavola.

Nuova tendenza-Sedie-Diverse-Tavolo-Arredo-Casa-04 Nuova tendenza-Sedie-Diverse-Tavolo-Arredo-Casa-05

SEDIE DIVERSE ARRICHISCONO L’AMBIENTE

Insomma la tendenza, non certo nuova, ma riproposta con nuova consapevolezza in questi ultimi tempi, di circondare il tavolo con sedie diverse ci consente accostamenti originali e sorprendenti e, nello stesso tempo, meno rigidi e formali, che senza dubbio rafforzano il carattere dell’ambiente.

Tuttavia ricordiamoci sempre che abbinare un tavolo a sedie tutte uguali tra loro, comporta un livello di difficoltà pari a “1”, (quindi facilmente gestibile). Mentre abbinare un tavolo a “n” sedie diverse tra loro, comporta necessariamente un livello di difficoltà pari a “n”, (quindi può richiedere grande abilità, in funzione di “n”). Perciò mixare consapevolmente sedie diverse tra loro intorno ad un tavolo, non è poi così semplice come potrebbe apparire.

E tu, ti sei mai trovato nella condizione di dover utilizzare sedie diverse per necessità?
Comunque, oltre a dover fare di necessità virtù, saresti disposto a seguire questa nuova tendenza?
Cosa ne pensi?
Lascia pure la tua opinione nei commenti.

CHI E’ L’AUTORE
Marco Palmieri, Ingegnere Civile Edile e Home Stager
Inizia la sua professione occupandosi di edilizia e architettura dalla fase progettuale a quella realizzativa con interventi di manutenzione, restauro, risanamento conservativo e ristrutturazioni. Successivamente amplia le sue competenze interessandosi di marketing immobiliare e occupandosi marco-palmieridi analisi di mercato, valorizzazione e promozione degli immobili.
Contatti

 

 

Le foto contenute nell’articolo sono state tratte dal web, chi ne avesse diritto può rivolgersi ad Home Staging Italia per far inserire i credit o cancellare l’immagine.

1

Related Articles

There are currently no articles related to this post.